Radiografie

La radiografia o RX è lo studio di un segmento di scheletro (mano, polso, gomito, ecc.) o di un distretto (torace, addome) con l’utilizzo di radiazioni elettromagnetiche di tipo X.
Queste radiazioni sono prodotte dall’apparecchiatura radiologica e attraversano il corpo del paziente formando su un sistema fotosensibile l’immagine del segmento o distretto studiato.
La radiografia viene eseguita principalmente per documentare la degenerazione ossea – artrosi, l’alterazione infiammatoria – artrite, eventuali metastasi o lesioni ossee, le fratture in seguito a traumi.
La radiografia permette di dare importanti indicazioni nella individuazione di fratture, lussazioni, infezioni e alterazioni che determinano modifiche alla struttura dell’osso e delle articolazioni.
Poiché la radiografia utilizza raggi X, è un esame controindicato in gravidanza.
Per le radiografie non è richiesta alcuna preparazione. È necessario togliere oggetti metallici che altrimenti impedirebbero ai raggi X di esaminare le parti sottostanti.

In evidenza

Le prestazioni

  • Radiografia del cranio e dei seni paranasali
  • Radiografia della sella turcica
  • Radiografia della colonna cervicale
  • Radiografia della colonna dorsale
  • Radiografia della colonna lombo-sacrale
  • Radiografia della colonna in toto
  • Radiografia di coste, sterno e clavicola
  • Radiografia del torace
  • Radiografia dell’addome in bianco
  • Radiografia dell’apparato urinario
  • Radiografia della spalla
  • Radiografia del gomito e dell’avambraccio
  • Radiografia del polso e della mano
  • Radiografia del bacino (pelvi e anca)
  • Radiografia del ginocchio e della gamba
  • Radiografia del piede (anche sotto carico)
  • Radiografia degli arti inferiori e del bacino sotto carico
  • Radiografia assiale di rotula